acqua magnetizzata e ipertensione : terapia naturale e complementare alla terapia farmacologica . Effetti tossici e collaterali dei farmaci antiperensivi . - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

acqua magnetizzata e ipertensione : terapia naturale e complementare alla terapia farmacologica . Effetti tossici e collaterali dei farmaci antiperensivi .

Acqua Magnetizzata
Un rimedio naturale per la pressione alta . Terapia complementare alle terapie farmacologiche perl'ipertensione .Cura Naturale per l'Ipertensione Arteriosa.'Ipertensione ed acqua magnetizzata con Piastra Eco 1 a polarità negativa .Rimedi naturali  complementari anche alle terapie farmacologiche in atto.Alimenti da evitare nei soggetti con ipertensione arteriosa .Quali sono i farmaci che abbassano la pressione arteriosa?




La riduzione della pressione deve essere ottenuta con opportuni provvedimenti igienico-dietetici e con farmaci.
Le misure igienico-dietetiche prevedono:
aumento dell’attività fisica (camminare, andare in bicicletta, palestra)
riduzione del peso corporeo con una adeguata dieta ipocalorica nel caso di obesità
riduzione del consumo di sale con i cibi.
Questi provvedimenti riducono la pressione di pochi millimetri di mercurio, richiedono un costante impegno e una forte motivazione individuale. Nel perseguire questo impegno va tenuto in considerazione che adottare queste misure igienico-dietetiche hanno effetti vantaggiosi a lungo termine anche su altri fattori di rischio spesso associati all’ipertensione, come l’obesità, l’ipercolesterolemia e il diabete.  E si traducono quindi in una riduzione del rischio cardiovascolare globale del paziente, inoltre consentano un ricorso più contenuto ai farmaci. Per tali ragioni queste misure non farmacologiche anche quando il medico ritiene necessario intervenire con una terapia farmacologia per il controllo della pressione arteriosa.
Quali sono i farmaci che abbassano la pressione arteriosa?
I farmaci antiipertensivi sono molto numerosi ed agiscono attraverso meccanismi ben conosciuti e diversi. Le categorie più importanti sono i diuretici, i bloccanti del sistema renina – angiotensina, un meccanismo ormonale che regola la pressione arteriosa (ACE inibitori, inibitori del recettore AT1 dell’angiotensina II), i calcioantagonisti, che bloccano l’entrata di calcio nelle cellule muscolari delle arteriole e riducono l’eccessiva costrizione arteriolare, i betabloccanti, gli alfabloccanti e gli antiadrenergici centrali, che riducono a vari livelli la risposta circolatoria agli stimoli del sistema nervoso simpatico. I farmaci antiipertensivi sono di solito efficaci e ben tollerati.
Valori alti della pressione arteriosa minima e massima : IPERTENSIONE  ARTERIOSA
L'ipertensione arteriosa è uno stato costante e non occasionale in cui la pressione arteriosa è elevata rispetto a standard fisiologici considerati normali. Nello specifico si dice che una persona è ipertesa, o ha la pressione alta, quando la pressione arteriosa minima (ipertensione diastolica) supera "costantemente" il valore di 90 millimetri di mercurio (unità di misura della pressione) o la pressione massima (ipertensione sistolica) supera il valore di 140 millimetri di mercurio (dopo i 60 anni di età si accettano valori leggermente più alti) in maniera costante. Il fatto che sia costante è fondamentale perché sono molte la variazioni che può subire la pressione arteriosa sia in alto sia in basso. Infatti la pressione (prevalentemente la massima - sistolica) aumenta con l’età probabilmente per l‘inevitabile maggiore rigidità dei vasi arteriosi durante il fisiologico processo di invecchiamento; sia la "massima" sia la "minima" sono più alte al mattino appena svegli (come se il corpo richiedesse più forza del sangue per riprendere meglio l’attività quotidiana), si riducono durante la giornata per aumentare un poco verso la sera fino a nuovamente ridursi di molto mentre si dorme; i valori infine si alzano in occasione di intensi sforzi fisici ed intensi fattori emotivi.
dieta per IPERTENSIONE ARTERIOSA
consigli utili sull'utilizzo della dieta ecologica come rimedio naturale per i valori alti della pressione arteriosa
Si prefigge un'alimentazione quantitativamente ridotta , ipocalorica,, parametrata al raggiungimento del peso ideale e limitata nell'apporto dei grassi e del sale.
L'eventuale decremento ponderale con dieta blanda e ipocalorica è il primo approccio unitamente ad un incremento dell'apporto idrico.
Dieta inizialmente ipocalorica, sino al  peso ideale normolipidica, iposodica, con predilezione di alimenti a discreto contenuto di potassio, pasti nella norma.
Evitare sale aggiunto e ricette elaborate.
Alimenti vietati:
Dadi, brodi e estratti, pane salato, carni grasse, selvaggina, affumicati, cacciagione, carne insaccata, frattaglie, pesci grassi, in salamoia, crostacei, molluschi, , frutti di mare, uova fritte, salse piccanti, frutta secca ed oleosa, panna mascarpone, formaggi grassi - semiduri e duri - fermentati - piccanti, caffè, tè, vini, liquori.
-----Frequenza pasti consigliata: 4-5
Dieta Medica Ecologica Personalizzata e  acqua Magnetizzata per  Ipertensione arteriosa
Consulenza Medica per cura naturale e nuova cura per l'Ipertensione con acqua magnetizzata


Medicina Naturale
Torna ai contenuti