La cervicalgia : sintomi , cause , diagnosi e terapia farmacologica e naturale . - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Menu principale:

La cervicalgia : sintomi , cause , diagnosi e terapia farmacologica e naturale .

Rimedi Naturali
La cervicalgia : sintomi , cause , diagnosi e terapia farmacologica e naturale .Quali sono le cause del dolore cervicale . La bioceramica ( collare) terapia naturale decontratturante sulla cervicalgia . La postura non corretta come causa della cervicalgia . L'ernia discale e l'artrosi cervicale .



Terapia Naturale per la cervicalgia al fine di ridurre o evitare farmaci antinfiammatori e antiflorofici .

Altrimenti nota come cervicale, la cervicalgia è un generico disturbo muscolo-scheletrico che si concretizza in un dolore al collo di entità moderata e di durata variabile.
Esistono però delle tipologie di persone che risultano più soggette al dolore cervicale: in generale parliamo di persone sedentarie e che svolgono lavoro d’ufficio, spesso davanti al computer, di sesso femminile e con un alto livello di stress.
Quando si parla di cervicalgia esistono molti sintomi e tantissime cause che portano al dolore e al disagio motorio (come spiegato molto bene in questo articolo riguardante i sintomi e le cause della cervicale).
Le cause della cervicalgia
Le cause più ricorrenti sono i traumi da incidente, un errato allineamento posturale tra capo, collo e spalle mantenuto a lungo e la sedentarietà. All’origine vi sono anche attività sportive di tipo traumatico, colpi di frusta, difetti di postura come iperlordosi lombare e cifosi dorsale, ma anche ernia e artrosi cervicale.
Concorrono infine situazioni prolungate di forte stress e tensione psichica.
Postura scorretta e vita sedentaria: chi conduce una vita sedentaria, con particolare riferimento al lavoro d'ufficio, è più soggetto al rischio di assumere per lungo tempo una postura scorretta, con particolare riferimento al tratto superiore della colonna vertebrale e del collo. La postura scorretta e la vita sedentaria possono influire sulle vertebre cervicali e causare dolore. Il problema della postura scorretta riguarda anche gli studenti che trascorrono lunghe ore chini sui libri o sulla tastiera del pc.
Fattori traumatici: i dolori cervicali possono essere causati da fattori traumatici che possono includere incidenti nella vita quotidiana o sul lavoro, lesioni traumatiche pregresse, colpo di frusta, trasporto di pesi con ricadute sul collo e sulla schiena.
Ernia cervicale: tra le cause dei dolori cervicali troviamo l'ernia cervicale. Si tratta di un disturbo provocato dallo schiacciamento dei dischi delle vertebre cervicali che può essere causato da un trauma meccanico da incidente o tamponamento stradale, per uno sforzo eccessivo, per la postura scorretta o per il colpo di frusta, tra le possibili cause.
Artrosi cervicale: anche l'artrosi cervicale può essere alla base della comparsa di dolori cervicali. L'artrosi cervicale è una patologia degenerativa delle vertebre cervicali che può iniziare a verificarsi naturalmente intorno ai 50 anni, ma che può comparire anche prima per vari motivi. Le vertebre cervicali si deformano, comprimono i nervi e causano dolore.
Terapia Naturale per la cervicalgia al fine di ridurre o evitare farmaci antinfiammatori e antiflorofici .

Come si manifesta . i sintomi della cervicalgia:
La cervicalgia si presenta come un dolore costante, di entità variabile, localizzato nel rachide cervicale.
Il dolore può essere affiancato da sintomi secondari, quali: tensione ed affaticamento muscolare, intorpidimento e formicolio localizzato, brachialgia, debolezza del braccio e della mano.
Quali sono gli esami da fare?
Con una valutazione neurologica è possibile stabilire la presenza di compressione delle radici nervose o del midollo spinale. Gli accertamenti vengono poi effettuati con radiografie, per valutare lo stato della colonna vertebrale, TAC o risonanza magnetica per individuare eventuali compressioni del midollo spinale o la presenza di ernie discali.
Rimedi naturali nella cervicalgia :
I rimedi per il dolore cervicale: autotrattamento
I primi rimedi della nonna si possono inquadrare generalmente come esercizi di stretching e mobilizzazione del collo da eseguire tutti in modo molto delicato, senza fretta e ascoltando il movimento:
facciamo una ventina di piccole circonduzioni della testa prima in senso orario e poi in senso antiorario, cercando la maggior ampiezza senza che provochi dolore;
incliniamo la testa verso destra e poi verso sinistra, aiutandoci con la mano e, mantenendo la posizione, respiriamo tranquillamente;
flettiamo il collo in avanti ed estendiamolo verso l’alto, sempre con la massima delicatezza, senza fretta;
da posizione seduta corretta immaginiamo di essere tirati verso l’alto da un filo attaccato alla sommità della testa, sentiamo allungarsi tutte le vertebre, una alla volta, il tutto sempre respirando correttamente.
Seduti davanti al computer è possibile anche eseguire un leggero massaggio con la punta delle dita alla base del collo, vicino all’occipite, con movimenti molto lenti, profondi e circolari; questo dovrebbe alleviare il dolore da stress e rilasciare la tensione accumulata in quei punti focali per la cervicale; mentre eseguite il massaggio dovreste sentire una sensazione benefica alla pressione, ma la raccomandazione è sempre la calma e l’obbiettivo il rilassamento: non esagerate con la pressione e la velocità, rischierete solo di infiammare maggiormente la zona.
I rimedi per eliminare i dolori cervicali definitivamente non vanno utilizzati singolarmente, ma devono essere usati in modo sapiente e in simbiosi l’uno con l’altro per ottenere dei risultati davvero significativi nel tempo.
L’unico modo per riassettare strutturalmente il corpo è quello di lavorare sulla postura e sull’equilibrio muscolare, sui recettori e sui meridiani contemporaneamente.
Infine sarà proprio la persona che educata a un movimento e una postura più armoniosa e corretta eviterà situazioni e scompensi che possano portarla nuovamente ad avere dolori cervicali.
Farmaci utilizzati nella cerviagia .
Se il dolore è episodico, si ricorre ai farmaci, prima il paracetamolo, che ha meno effetti collaterali, in seconda battuta gli antinfiammatori non steroidei (Fans) e, eventualmente, i cortisonici. I farmaci possono essere utilizzati sia localmente (creme, cerotti, gel) sia per bocca, e andrebbero presi per un periodo limitato di tempo (7-10 giorni). Se il dolore è molto intenso, però, non vanno sospesi dopo 1-2 giorni, perché anche se il fastidio diminuisce spesso l’infiammazione persiste e va combattuta fino in fondo per evitare ricadute. A volte questi farmaci possono essere assunti in associazione a miorilassanti. Infine, possono giovare trattamenti a base di caldo e freddo. In caso di contratture muscolari possono essere utili impacchi freddi per ridurre l’infiammazione, mentre impacchi caldi e massaggi aiutano a rilassare la muscolatura».

Terapia Naturale per la cervicalgia al fine di ridurre o evitare farmaci antinfiammatori e antiflorofici .



Medicina Naturale
Torna ai contenuti | Torna al menu