Come effettuare un Digiuno Terapeutico per depurare o disintossicare l'organismo . Consigli medici per il digiuno terapeutico . - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Come effettuare un Digiuno Terapeutico per depurare o disintossicare l'organismo . Consigli medici per il digiuno terapeutico .

Medicina Ecologica
I vantaggi del digiuno . Quanti giorni alla settimana o al mese bisogna digiunare ? Il digiuno Terapeutico , come effettuare un digiuno terapeutico , disintossicarsi con il digiuno terapeutico , controindicazioni ed effetti collaterali del digiuno terapeutico , disintossicarsi in modo naturale con il digiuno terapeutico. Digiunare per disintossicarsi in modo naturale.Disintossicarsi con il DIGIUNO TERAPEUTICO . Digiuno Terapeutico , come effettuare un digiuno terapeutico , disintossicarsi con il digiuno terapeutico ,controindicazioni ed effetti collaterali del digiuno terapeutico ,disintossicarsi in modo naturale con il digiuno terapeutico.


Consulenza in Medicina Naturale
per il Digiuno Terapeutico associato all'assunzione di
Acqua Magnetizzata con Piastra Eco
ideata dal dr.C.P.Matonti


Il digiuno rappresenta un metodo efficace e sicuro per disintossicarsi, in quanto l’organismo necessita di periodi di riposo in cui non venir bombardato da sostanze chimiche e da tossine, ma sempre sotto controllo di un medico ..
Digiunare non significa morire di fame, ma solamente utilizzare una tecnica che i saggi usano da secoli per guarire dalle malattie e per rinforzare il proprio corpo: infatti è una terapia consigliata per tutti i tipi di problemi, basti pensare che nella cura del cancro di Breuss, il primo insindacabile punto è proprio il digiuno.
Ma non serve a nessuno, e non giova certo al morale, mettersi a digiuno completamente da ogni qualsivoglia alimento. Il digiuno terapeutico ha una complessità e una profondità di pulizia tale, da scegliere di ripeterlo spesso visti gli evidenti benefici che apporta.
Mai  digiunare escludendo anche l’acqua.
In pratica cosa fà il digiuno?
Il lavoro principale dei nostri organi, deriva dell’assunzione di alimenti: infatti stomaco, intestino, pancreas, fegato, reni ed apparato urinario, lavorano principalmente per gestire ed eliminare gli alimenti introdotti. Se il cibo entra senza orari di sosta nel nostro corpo, gli organi in questione non riusciranno mai a fermarsi dal lavoro continuo per risolvere magari dei piccoli problemi.
Basti pensare come la pratica di cenare prima delle 17, oppure di saltare il pasto serale, apporti alla mattina una lucidità e una leggerezza davvero impagabili.
Quindi il digiuno permette ai nostri organi principali di riposarsi dal lavoro di routine per passare a pulire o sistemare piccoli danni presenti, le tossine più a portata di mano vengono prelevate ed eliminate (con conseguente perdita di peso), il grasso in eccesso viene trasformato in energia e si purifica un po’ tutto l’organismo.
Un digiuno di 1-2  giorni aiuta l’organismo ad eliminare le tossine,
I diabetici non devono  mai digiunare (tranne sotto strettissimo controllo medico), ed allo stesso modo coloro che hanno problemi di ipoglicemia.
Prima dei 21 anni è sconsigliato effettuare digiuno in quanto la presenza di qualsiasi stato di tossicità in individui giovani  deve essere vagliata dal medico curante per eseguire accertamenti o analisi di laboratorio.
Vediamo quali sono le condizioni per effettuare un buon lavoro di drenaggio e pulizia.
1)     Prima di iniziare il digiuno e dopo averlo terminato, mangiare per 1 o 2 giorni solo alimenti crudi (verdura e frutta fresca di stagione). Questo punto è molto importante in quanto è possibile eliminare gli effetti benefici del digiuno, mangiando subito dopo alimenti cucinati.
2)    Se si sente il bisogno di mangiare qualcosa durante il digiuno, o si opta per una o due mele o altra frutta e verdura fresca di stagione , in razioni di 200gr.
3)    E’ molto importante la presenza di fibre nel digiuno, in parte assunte dalla buccia della frutta e dalle verdure, ma anche un’integrazione con semi di psillio o di glucomannano serve a molto, l’importante è che siano di buona qualità. Quando si assumono questi integratori, è essenziale bere molta acqua per permettere alle fibre di gonfiarsi e svolgere così il loro lavoro di spazzino. Evitare la crusca di grano in quanto può irritare le pareti del colon.
4)    Bere moltissima acqua, ma non certo quella del rubinetto in quanto piena di elementi tossici, di cloro (inibitore del sistema immunitario) e con un pH errato. Scegliere acqua adatta a tale lavoro di pulizia profonda, con residuo fisso inferiore a 50 mg/lt e con ph compreso fra 6.4 e 6.9.
5)    Bere molte centrifughe di frutta o verdura fatte al momento. Alcune idee: mele e carote, carote e sedano, carote e barbabietole rosse. I più coraggiosi possono aggiungervi anche aglio e cipolla, eccezionali per la pulizia.
6)    A proposito di aglio; le capsule di aglio aiutano il processo di guarigione, e quindi se ne dovrebbero assumere 2 al giorno.
7)    Durante il giorno fare esercizio fisico leggero – Scegliere di effettuare un digiuno terapeutico nei giorni non lavorativi durante i quali anche a livello mentale l’organismo è “impegnato”..
8)          Aspettarsi una lieve “crisi di guarigione”, consistente in cefalea, stipsi o diarrea, dolori sparsi per il corpo, brufoli, ecc. Sono semplicemente tossine stagnanti che finalmente sono state portate in superficie. Tali crisi generalmente passano entro 1 o 2  giorni, per lasciare una sensazione di leggerezza.
9)   Scegliere di iniziare la giornata con una tisana di camomilla senza zucchero ma con l’aggiunta di 10-20 gocce di limone.
10) Un digiuno terapeutico “disintossicante” può  essere ripetuto con frequenza  mensile . Soprattutto in individui in soprappeso , fumatori , alcolisti , soggetti con colelitiasi  e con livelli alti di colesterolo e trigliceridi .

Consulenza in Medicina Naturale
per il Digiuno Terapeutico associato all'assunzione di
Acqua Magnetizzata con Piastra Eco
ideata dal dr.C.P.Matonti


Medicina Naturale
Torna ai contenuti