Cura naturale dell'Osteoporosi .Consulenza medica gratuita per osteoporosi.. - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Cura naturale dell'Osteoporosi .Consulenza medica gratuita per osteoporosi..

Consulenza medica gratuita
Come curare l'osteoporosi con terapie naturali . Rimedi naturali per la cura dell'Osteoporosi.  La magnetoterapia per l'osteoporosi. Consulenza medicagratuita per cure naturali per osteoporosi .  


Richiesta per consulenza medica gratuita per l'osteoporosi , esami radiologici per l'osteoporosi
le cause dell'osteoporosi : conoscerle per evitarle
Per poter sopravvivere il corpo deve mantenere il sangue ad un pH pari a 7.4: un valore leggermente alcalino, un valore neutro sarebbe invece rappresentato da un pH = 7.0.
In presenza di un'acidità eccessiva il corpo utilizzerà parte del calcio presente nelle ossa e gli altri minerali basici,  per ridurre l'acidità.
Se non vi fosse questo meccanismo di autoregolazione si creerebbe una  situazione di pericolo: aumento progressivo dell’acidità organica e morte dell’organismo.
Il corpo, per neutralizzare l'acido in eccesso, utilizza anche le sue riserve di potassio, magnesio e bicarbonato di sodio ( Sali minerali basici)
In questa situazione un individuo perde dei minerali preziosi e si comprende facilmente  come questa situazione può  dar luogo all'osteoporosi, classica malattia dovuta ad una mancanza di calcio nelle ossa.

Altri sintomi o patologie che derivano dello squilibrio acido basico verso l’acidosi tissutale sono le artralgie , dolori muscolari ,
patologie dell’apparato gastro-enterico , sindrome della stanchezza cronica , predisposizione a malattie degenerative ,
disfunzioni metaboliche , ecc.
Come fare diagnosi e prevenzione di osteoporosi : moc
La diagnosi dell’Osteoporosi può essere effettuata  con diverse metodologie, ma la densitometria ossea con tecnica DXA  è  da considerarsi l’approccio di elezione nella valutazione della massa ossea.
Una buona stima del rischio di frattura in donne in postmenopausa può essere ottenuta dalle valutazioni DXA a livello di radio, colonna e femore prossimale. La valutazione densitometrica “total body” non presenta sufficienti documentazioni di predittività del rischio di frattura e pertanto non va eseguita a scopo diagnostico. Tuttavia i valori densitometrici da soli non risultano al momento sufficienti per identificare una soglia di trattamento; essi vanno correlati con altri dati clinici e con fattori di rischio. La tecnica che utilizza gli ultrasuoni (QUS) non è considerata del tutto idonea alla diagnosi, che in ogni caso va confermata da un successivo esame con tecnica DXA, e neppure per il monitoraggio della patologia.
La densitometria è generalmente ritenuta utile nelle donne oltre i 65 anni. Nei maschi e nelle donne di età inferiore l’indagine può essere di utilità solo in presenza di determinati fattori di rischio o condizioni come: menopausa precoce (<45 anni),  magrezza (<57 kg), tabagismo, uso di farmaci osteopenizzanti, condizioni morbose potenzialmente in grado di provocare Osteoporosi. In ogni caso non è consigliabile eseguire la densitometria in tutte le donne in età immediatamente post-menopausale
La valutazione delle variazioni della massa ossea può essere utile per monitorare l’efficacia di alcune terapie o per  individuare soggetti che stanno perdendo osso ad una velocità eccessiva. Per motivi tecnici, connessi alla precisone della metodica, la ripetizione dell’indagine è raramente giustificata prima di 18-24 mesi per l’indagine DXA.
la magnetoterapia ad lata frequenza una terapia naturale efficace per l'osteoporosi
Rimedi ed ausili naturali per l'osteoporosi
I campi magnetici pulsati migliorano l'osteogenesi ed hanno un’azione a livello della membrana degli osteoblasti e sull'effetto piezoelettrico dell'osso. Si ha una vivace produzione e deposizione del collagene con maggior ordinamento ed orientamento strutturale, un aumento dell'irrorazione vascolare e un aumento della mineralizzazione e riattivazione delle cellule in quiescenza. Inoltre si ha un aumento della resistenza ossea e aumento dell'attività elettrica (di natura elettrochimica). E' infatti dimostrato che sulla membrana cellulare un segnale elettromagnetico provoca riattivazione delle cellule mesenchimali del periostio associato ad una inibizione locale del paratormone. In più in virtù del suo effetto antalgico attenua i costanti dolori diffusi.
  Per richiedere una consulenza medica al Dr.C.Matonti , esperto in magnetoterapia ed ideatore della piastra Eco, Biomagneti Eco  e Stuoia biomagnetica Eco 5   servirsi del modulo contatti .



Medicina Naturale
Torna ai contenuti