Elettromagnetoterapia ad alta frequenza pulsata : consulenza medica telefonica gratuita - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Elettromagnetoterapia ad alta frequenza pulsata : consulenza medica telefonica gratuita

Magnetoterapia
Elettromagnetoterapia pulsata ad alta frequenza come cura naturale complementare
nelle patologie infiammatorie osteo-articolari , muscolari e tendinee .
Artrosi , artrite , dolori muscolari ed articolari , fratture , tendiniti , ecc.
Dove acquistare un dispositivo ( apparecchio di magnetoterapia ad alta frequenza ) affidabile e a prezzo contenuto ?
Consulenza medica gratuita in magnetoterapia .
Elettromagnetoterapia pulsata ad alta frequenza :
quali sono le indicazioni  , i tempi di applicazioni e le controindicazioni
ELETTROMAGNETOTERAPIA  PULSATA ad ALTA FREQUENZA



Dispositivi Tessili Conduttivi Ideati dal dr.C.P.Matonti , medico esperto  in magnetoterapia .
e-mail matonti6@hotmail.com  
per urgenza 339.3340022

Tecnicamente chiamata elettromagnetoterapia pulsata in alta frequenza questo sistema è nato dalla constatazione che le cellule danneggiate vanno incontro ad alterazione del loro potenziale di membrana per un modificato flusso ionico, pertanto inducendo particolari campi elettromagnetici è possibile ristabilire il naturale potenziale elettrochimico cellulare. La magnetoterapia, oggi largamente utilizzata anche dalla medicina, non ha nessun effetto collaterale ed alcuna controindicazione, tranne quelle riportate. Particolarmente indicata nelle affezioni dolorose localizzate, ha inoltre la proprietà di accelerare la rigenerazione tissutale (osseo, epiteliale, ecc.), migliorare lo stato del sistema nervoso, neurovegetativo e vascolare; ridurre la viscosità del sangue; aumentare l'ossigenazione; attenuare i dolori e gli stati infiammatori; produrre una notevole azione sedativa. La magnetoterapia non va confusa con l'elettrostimolazione che funge da semplice analgesico e non esplica, come invece fa la magnetoterapia, alcun effetto curativo. L'azione benefica della magnetoterapia è effettuata in modo graduale, senza aggressioni violente ed effetti collaterali nocivi. L'utilizzo della magnetoterapia non da luogo a dipendenza, ad assuefazioni secondarie dannose.
La magnetoterapia ad alta frequenza si basa sull'emissione di onde radio di frequenze comprese tra i 18 e i 900 Mhz in brevi impulsi, la cui frequenza è regolabile. Evidenze sperimentali cliniche hanno dimostrato che tali onde radio hanno la capacità di migliorare la risposta immunitaria delle singole cellule, aiutandole così a ritrovare un opportuno equilibrio. Inoltre la magnetoterapia A.F. fluidifica il sangue, migliorando la circolazione, e ancora agisce attenuando le infiammazioni, qualunque ne sia la causa. E' ovvio, però, che se la causa è ancora in atto ( per esempio, una infezione batterica, oppure un'ernia al disco, eccetera ), la magnetoterapia non ha alcun effetto su di essa, e quindi occorrerà consultare un medico.
A proposito di questa magnetoterapia, mi sembra doveroso fare una precisazione. I fisioterapisti la conoscono bene, perchè già da molti anni ci sono vari apparecchi in circolazione per effettuarla. Solitamente si tratta di macchine efficaci, ma non tutti ne hanno tratto una opinione positiva. Il motivo è molto semplice: per trarre beneficio da queste applicazioni è necessario rispettare una sola, semplicissima regola. Il tempo di ogni applicazione deve essere compreso tra i 30 minuti e 1 ora e mezza, non oltre; prima di ripeterla, bisogna lasciar trascorrere almeno due ore di pausa.
Per praticare queste applicazioni posso proporvi la scelta fra due apparecchi. Il primo, più economico ma efficace, utilizza come diffusore due fasce lunghe circa un metro, che possono essere avvolte intorno a un arto, indossate a mo' di cintura, o in qualsiasi altro modo avvicinate alla zona da curare.
Il secondo invece, più professionale, impiega due panni irradianti, che sono disponibili in due misure: rettangolari, di 23x42 centimetri, e a fascia, di 13x85 centimetri, più pratica per avvolgere un arto o per curare la cervicale.
E' disponibile inoltre la versione per auto, funzionante con i 12 volt della batteria. Questo dispositivo è una scelta intelligente per quelle persone – e non sono poche – che trascorrono quotidianamente un tempo prolungato alla guida; infatti queste persone potranno sfruttare il tempo trascorso al volante per curarsi i disturbi di cui soffrono, e che talvolta sono causati proprio dalla posizione obbligata della automobile. Tecnicamente questa versione per auto è „figlia“ del modello professionale, e ne utilizza gli stessi panni irradianti.
In ogni caso le onde radio generate dall'apparecchio penetrano in profondità nei tessuti, consentendo di curare anche gli organi interni.
Le indicazioni della magnetoterapia ad alta frequenza sono sovrapponibili a quelle già viste per la magnetoterapia a bassa frequenza. Infatti, anche se il principio di funzionamento è diverso, in pratica l'effetto è lo stesso: migliorare le condizioni di salute delle singole cellule. Inoltre la magnetoterapia AF migliora la circolazione sanguigna, prevenendo la formazione di placche nelle arterie, stimola la produzione di endorfine da parte del sistema neurovegetativo, riducendo così la sensazione di dolore ed esercitando una efficace azione antiinfiammatoria, e aumenta l'assimilazione del calcio, riducendo l'insorgenza dell'osteoporosi.

Elettro_ magnetoterapia pulsata ad alta frequenza indicata per:
  artriti, artrosi (cervicale - lombare), artrite reumatica, reumatismi, nevriti (sciatalgia)
  protesi articolari
  osteoporosi, morbo di Paget, condriti
  insufficienza microcircolatoria, flebiti, vene varicose, varici, circolazione periferica
  dermatiti, dermatosi, allergie
  esiti cicatriziali
  ernia discale.

In terapia del dolore e traumatologia in:
  esiti di traumi, contusioni, mialgie (strappi muscolari, contratture, crampi, ecc.), distorsioni di l. e 2. grado
  tendiniti, entesiti
  fratture, lussazioni, ematomi
  dolori articolari.

Efficace in caso di affezioni dolorose localizzate per:
  attività antinfiammatoria
  effetto proliferativo fisiologico
  stimolazione del sistema reticolo-endoteliale
  miglioramento della reologia del flusso capillare
  attivazione dei processi enzimatici
  attivazione degli scambi metabolici e delle funzioni di membrana cellulare.



COME AGISCE LA MAGNETOTERAPIA AD ALTA FREQUENZA :
E’ noto che la cellula è racchiusa da una membrana che
regola i rapporti tra i compartimenti,
 regola gli scambi,
  aderisce ad altre cellule,
  è la sede della specificità immunologica,
  partecipa ai movimenti e alla divisione (mitosi),
 reagisce agli stimoli meccanici, chimici ed elettrici.
La membrana protegge la cellula e regola le funzioni di assorbimento, escrezione e riconoscimento cellulare; permette la selettività nei confronti della permeabilità e della diffusibilità; con gli enzimi di superficie partecipa ai processi metabolici.
La Magnetoterapia è in grado di influenzare i vari processi che regolano le funzioni vitali della membrana cellulare che controllano ciò che viene introdotto nella cellula e che producono sostanze adatte a combattere tutto ciò che non sia compatibile. La magnetoterapia , quale particolare tipo di terapia strumentale, utilizza diversi tipi di apparecchii con diverse procedure. L’effetto dei campi magnetici sugli organismi si svolge a livello di regolazione neuro-vegetativa e metabolica cellulare. Sappiamo che i biopolimeri e le membrane cellulari sono in pratica delle minuscole batterie di cui è stato possibile misurare la tensione erogata.
Più precisamente, nelle cellule nervose sane, si misura tra il nucleo interno e la membrana esterna una differenza di potenziale di 90 millivolt,nelle altre cellule questa tensione si aggira intorno ai 70 millivolt.
Quando queste minuscole batterie presenti nel nostro corpo si scaricano, l’organismo ne avverte le conseguenze sotto forma di dolori , processi infiammatori, ferite che non rimarginano. Quando queste cellule si ammalano, per una infezione o un trauma, o qualsiasi altra causa, perdono la loro riserva di energia, cioè si scaricano, quindi un cellula che da sana dovrebbe avere una tensione di 70 millivolt, ammalata ne misura soltanto 50-55.
Se questa tensione scende sotto ai 30 millivolt si ha la necrosi, cioè la morte della cellula.
Lo scopo della MAGNETOTERAPIA  è quello di ricaricare e rigenerare le cellule prive di forza vitale.

Puoi richiedre informazioni relative al noleggio o all'acquisto dei dispositivi ideati dal dr.C.P.Matonti
commercializzati e prodotti  dalla Ecomed della dr.ssa Carlotta Matonti
Battipaglia - via Fiorignano 1
carlottamatonti@msn.com
339.285.9000



Medicina Naturale
Torna ai contenuti