La terapia naturale perl'artrosi nelle varie forme . Rimedi naturali alternativi ai farmaci antinfiammatori per curare l'artrosi . - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

La terapia naturale perl'artrosi nelle varie forme . Rimedi naturali alternativi ai farmaci antinfiammatori per curare l'artrosi .

Patologie
Terapia con farmaci , terapia chirurgica , terapia naturale in alternativa o in associazione alle terapie farmacologiche . Stile di vita , alimentazione , movimento ed esercizi fisici da effettuare in presenza di artrosi . Terapia per prevenire o contenere o bloccare l'evoluzione dell'artrosi . Consulenza medica per terapia . Artrosi o Osteoartrosi .



I piani di trattamento dell’Osteoartrosi  comprendono metodi per gestire il dolore e migliorare la funzionalità; questi programmi comprendono esercizi, riposo e attenzione alle articolazioni, attenuazione del dolore, controllo del peso corporeo, farmaci, chirurgia protesica ed approcci terapeutici non convenzionali.
Esercizio
La ricerca dimostra come l’esercizio sia uno dei migliori trattamenti per l’OA. L’esercizio migliora l’umore e l’aspetto, diminuisce il dolore, aumenta l’elasticità, il flusso sanguigno al cuore, mantiene sotto controllo il peso e incrementa l’allenamento fisico globale. L’esercizio non è costoso e se compiuto correttamente non da’ effetti collaterali. La quantità e la forma dell’esercizio dipenderà da quali articolazioni sono coinvolte, dalla loro stabilità e se è già avvenuta una sostituzione protesica.
Riposo e attenzione alle articolazioni
I programmi di trattamento includono il riposo regolare. I pazienti devono imparare a riconoscere i segnali del proprio corpo e capire quando fermarsi o rallentare per pervenire il dolore causato dal sovraffaticamento. Alcuni pazienti trovano aiuto nelle tecniche di rilassamento, nella riduzione dello stress e biofeedback. Alcuni usano stampelle o tutori per proteggere le articolazioni e scaricare la pressione di carico. I tutori mantengono l’articolazione allineata durante il sonno o l’attività, ma dovrebbero essere utilizzati solo per brevi periodi perché le articolazioni ed i muscoli hanno bisogno di essere mantenuti in movimento per la prevenzione della rigidità e dell’ipotrofia muscolare. Un terapista occupazionale o un medico possono aiutare il paziente a posizionare adeguatamente i tutori.
Alleviare il dolore senza l’uso dei farmaci
Le persone con Osteoartrosi potrebbero trovare metodi alternativi ai farmaci per alleviare il dolore. Asciugamani tiepidi, bagni o docce tiepide, impacchi caldi da applicare sull’articolazione dolente tolgono il dolore e la rigidità. In alcuni casi, gli impacchi freddi (una borsa del ghiaccio o verdura surgelata avvolta in un asciugamano) possono diminuire il dolore o intorpidire l’area dolorosa. (Chiedere ad un medico od un fisioterapista se è meglio il caldo od il freddo per la propria situazione). L’idrochinesiterapia in una piscina terapeutica può attenuare dolore e rigidità. Per l’OA del ginocchio i pazienti possono indossare plantari e scarpe imbottite per ridistribuire il carico correttamente e diminuire lo stress articolare.
Controllo del peso corporeo
I pazienti con l’Osteoartrosi che sono soprappeso o obese hanno la necessità di perdere peso. La perdita di peso diminuisce lo stress sulle articolazioni portanti e limitare ulteriori danni. Una dietista può aiutare il paziente a sviluppare abitudini alimentari salutari. Una dieta regolare e l’esercizio continuato aiutano a diminuire di peso.
Il movimento: combattere l’Osteoartrosi  con l’esercizio fisico
Si può utilizzare l’esercizio per mantenere la forza e l’elasticità, aumentare l’articolarità e diminuire il peso corporeo. Gli esercizi comprendono:
1. Rinforzo: possono essere eseguiti con elastici di diversa resistenza che aumentano la forza
2. Attività in aerobiosi: mantengono polmoni e sistema circolatorio in forma
3. Attività per migliorare l’articolarità: mantengono sciolte le articolazioni
4. Esercizi di abilità: aiutano a mantenere la destrezza nell’effettuare le AVQ
5. Rinforzo del collo e della schiena: migliorano la forza e l’elasticità della colonna vertebrale
E’ importante chiedere al proprio medico o fisioterapista quali sono gli esercizi più adatti per la propria condizione, quali sono i farmaci per alleviare il dolore, come gli analgesici, i FANS o la borsa del ghiaccio, che possono rendere meno dolorosa l’esecuzione degli esercizi.
I Farmaci utilizzati e prescritti per l'osteoartrosi .
I medici prescrivono i farmaci per eliminare o diminuire il dolore ed aumentare la funzionalità. I medici considerano un numero di fattori quando scelgono i farmaci per i pazienti con l’OA. Due importanti fattori sono l’intensità del dolore ed i potenziali effetti collaterali dei farmaci. I pazienti devono usare molto attentamente i farmaci e riferire ai medici di eventuali effetti.
Nell’Oateoartrosi i farmaci più comunemente usati sono:
1. Acetaminofene: è un alleviatore del dolore (per esempio Tachipirina, Acetamol, Efferalgan, ecc) che non riduce la tumefazione. L’acetaminofene non irrita lo stomaco ed è meno in grado di causare effetti collaterali dei FANS. La ricerca ha dimostrato che l’acetaminofene allevia il dolore come i FANS nella maggior parte dei pazienti con OA.
Attenzione:le persone con patologie epatiche, persone che assumono notevoli quantità di alcool, le persone che assumono farmaci antiaggreganti o FANS dovrebbero assumere l’acetaminofene con cautela.
2. FANS: molti FANS sono usati per il trattamento dell’OA. I pazienti possono comprare alcuni prodotti da banco (Aspirina, Advil, Motrin IB, Aleve, ketoprofene). Altri richiedono la prescrizione. Tutti i FANS hanno medesime modalità d’azione ma danno effetti diversi sul corpo.
Effetti collaterali: i FANS possono irritare lo stomaco o più raramente possono avere effetti sul fegato. Più a lungo una persona assume i FANS più è probabile che sviluppi effetti collaterali che possono variare da lievi a gravi. La maggior parte dei farmaci non vengono somministrati in concomitanza con l’uso dei FANS perché essi alterano il metabolismo corporeo o l’eliminazione. I FANS qualche volta danno problemi intestinali quali ulcere, sanguinamenti e perforazioni gastriche e intestinali. Le persone oltre i 65 anni e coloro che hanno avuto episodi di ulcere e sanguinamenti dovrebbero assumere i FANS con attenzione.
3. Inibitori della COX-2: sono nuovi FANS come il valdecoxib (Bextra), celecoxib (Celebrex) e rofecoxib (Vioxx) e vengono attualmente utilizzati nel trattamento dell’OA. Questi farmaci riducono l’infiammazione come i FANS normali ma causano meno effetti collaterali gastrointestinali. Comunque, ad essi sono associate reazioni avverse cha variano da lievi a gravi.
4. Altri farmaci: i medici potrebbero prescrivere altri farmaci come:
a. Pomate topiche e spray che vanno applicati direttamente sulla pelle
b. Analgesici narcotici che sebbene molto potenti non dovrebbero essere usati frequentemente
c. Corticosteroidi, potenti ormoni antinfiammatori prodotti naturalmente dall’organismo o prodotti dall’uomo per l’uso in medicina. I corticosteroidi possono essere iniettati nelle articolazioni dolenti, ma questo rimedio deve essere utilizzato per un breve periodo, generalmente si raccomanda di non eseguire l’infiltrazione più di 3-4 volte nell’arco di un anno. I corticosteroidi per bocca non dovrebbero essere usati nel trattamento dell’OA.
d. Acido ialuronico, farmaco per infiltrazioni usato nella terapia dell’OA del ginocchio. Questa sostanza è una componente fondamentale dell’articolazione che la lubrifica e la nutre.
La maggior parte dei farmaci usati per il trattamento dell’OA danno molti effetti collaterali quindi è importante avere informazioni sull’assunzione dei farmaci. Molti pazienti sono a rischio per lo sviluppo di effetti collaterali dei FANS, come le persone con storie di ulcera peptica o sanguinamento del tratto digestivo, persone che assumono corticosteroidi o anticoagulanti, fumatori e persone che assumono alcool. Pertanto si può cercare di ridurre gli effetti collaterali assumendo i farmaci a stomaco pieno ed evitando gli agenti irritanti la mucosa gastrica come l’alcool, il tabacco e la caffeina. Un ulteriore aiuto è dato dai farmaci che hanno la funzione di proteggere lo stomaco (protettori gastrici o bloccanti degli acidi gastrici), ma non sempre essi sono efficaci.
Intervento Chirurgico
Per molte persone, la chirurgia aiuta a ridurre il dolore e la disabilità nell’OA. La chirurgia dovrebbe essere effettuata al fine di:
a. Rimuovere i frammenti staccati dalle ossa e dalla cartilagine e fluttuanti nell’articolazione se causano impotenza funzionale
b. Rimodellamento osseo
c. Riposizionamento osseo
d. Sostituzione protesica
I chirurghi dovrebbero sostituire le articolazioni colpite con articolazioni artificiali dette protesi. Queste protesi possono essere costituite da leghe di metallo, plastiche ad alta densità e ceramiche. Esse vengono fissate alle estremità dell’osso con cementi speciali. Le articolazioni artificiali possono durare dai 10 ai 15 anni. Circa il 10% delle protesi hanno bisogno di una revisione. I chirurghi scelgono la forma ed le componenti delle protesi a seconda del peso, dell’età, del sesso, del livello di attività e di altre patologie concomitanti. La decisione di passare alla chirurgia dipende da molti fattori. Sia il chirurgo che il paziente devono considerare il livello di disabilità, l’intensità del dolore, l’interferenza con lo stile di vita, l’età, la professione. Di norma, più del 80% della chirurgia per l’OA riguarda la protesi di anca e di ginocchio. Dopo avere eseguito la sostituzione protesica ed il periodo di riabilitazione, il paziente avverte meno dolore e recupera la funzionalità.
Terapie naturali alternative e complementari ai farmaci .
La magnetoterapia a campo stabile , ad alta frequenza e a bassa frequenza : quale sciegliere ?
Consulenza Medica in magnetoterapia per l'artrosi


Tra le terapie alternative dell’OA ci sono:
a. Agopuntura: alcune persone hanno trovato sollievo dal dolore attraverso l’agopuntura (l’uso di aghi sottili inseriti in punti specifici sulla pelle). Le ricerche preliminari dimostrano che l’agopuntura può essere un utile componente da inserire nel trattamento dell’OA.
b. Rimedi naturali: alcuni pazienti utilizzano braccialetti di rame, tè alle erbe, bagni di fango. Nessuna ricerca scientifica mostra che questi approcci sono utili nell’OA.
c. Integratori alimentari: i nutrienti come glucosamina e condroitina solfato sono stati riportati essere i responsabili del miglioramento dei sintomi in alcuni pazienti affetti da OA.

Sapersi curare da soli e promuovere uno stile di vita salutare
I malati di OA possono avere un atteggiamento positivo nonostante la loro patologia. In che modo? Imparando a curarsi da soli. L’autocura è centrale per una gestione vincente del dolore e disabilità nell’OA. Le persone hanno più chance di avere uno stile di vita migliore quando cercano di informarsi sulla propria malattia e si rendono partecipi del proprio trattamento. La ricerca mostra che le persone con OA che prendono parte al loro programma di trattamento riportano meno dolore e sono sottoposti a meno visite mediche; inoltre essi riferiscono una migliore qualità di vita.

Programmi educazionali
3 tipi di programmi aiutano a saperne di più sull’OA: programmi educazionali, programmi di autogestione della malattia, gruppi di supporto per l’OA.
Questi programmi informano il paziente sulla propria malattia, sul trattamento, sugli esercizi ed il rilassamento, sulla comunicazione paziente-medico. La ricerca ha dimostrato che questi programmi danno benefici durevoli.
Esercizi
L’attività fisica regolare è importante nella gestione dell’osteoartrosi. Esistono due tipi di esercizi: il primo tipo, essenzialmente composto da esercizi di mobilizzazione, sono utili per mantenere l’articolarità; gli altri esercizi sono di rinforzo muscolare. Gli esercizi vanno eseguiti correttamente, perché se eseguiti scorrettamente possono causare più danni che benefici. E’ importante iniziare in maniera blanda con esercizi di riscaldamento, con pause tra una serie e l’altra. E’ utile la valutazione da parte di un fisioterapista che esamini la situazione muscolo-scheletrica in modo da pianificare un programma terapeutico personalizzato. Attività fisiche che si possono intraprendere sono il nuoto, la camminata, la bicicletta.
Le persone con OA dovrebbero essere valutate da un medico o da un fisioterapista prima di iniziare un programma di esercizi. Essi suggeriscono quali esercizi sono meglio per la propria situazione, come il riscaldamento (stretching) e quando evitare gli esercizi a causa delle articolazioni infiammate. I farmaci antidolorifici e le applicazioni di ghiaccio dopo l’esercizio potrebbero rendere gli esercizi più facili da eseguire.

Corpo, mente, spirito
Per promuovere un buon atteggiamento salutare è richiesta un’attenzione particolare al corpo, alla mente ed allo spirito. Persone con OA devono programmare e sviluppare giornalmente abitudini che migliorino la loro qualità di vita e diminuire la disabilità. Essi hanno bisogno di valutare le abitudini periodicamente per assicurarsi che siano corrette.


Medicina Naturale
Torna ai contenuti