Ipotiroidismo rimedi naturali. Terapia farmacologica con eutirox . Effetti collaterali dell'Eutirox . - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Ipotiroidismo rimedi naturali. Terapia farmacologica con eutirox . Effetti collaterali dell'Eutirox .

Rimedi Naturali
Ipotiroidismo e Tiroidite di Hashimoto - Metodica naturale per l'ipotiroidismo- Intolleranza al glutine e ipotiroidismo - Cause dell'ipotiroidismo - Diagnosi dell'ipotiroidismo ,terapia con farmaci ormonali sintetici (Eutirox) Come curare in modo naturale l'Ipotiroidismo .terapia naturale Naturale  per l'Ipotiroidismo secondario a tiroidite autoimmunitaria di Hashimoto.  .Consulenza Medica Ecologica gratuita per l'Ipotiroidismo . .

      

l'ipotiroidismo
Sintomi dell'ipotiroidismo
Nelle persone con una carenza di ormoni tiroidei l'intero metabolismo funziona a rilento. Ci si sente debilitati, lenti, depressi, pigri e stanchi. I capelli a volte sono secchi, la pelle prude ad è disidratata, i muscoli doloranti.
Le cause dell'ipotiroidismo
La causa più comune della carenza di ormoni tiroidei è una disordine autoimmunitario chiamata tiroidite di Hashimoto, in questo tipo di ipotiroidismo i linfociti creano anticorpi che gradualmente mettono fuori servizio le cellule produttrici di ormoni nella ghiandola tiroidea.
Diagnosi dell'ipotiroidismo
La malattia si può facilmente diagnosticare con un semplice esame del sangue che misura la quantità di ormone (TSH) prodotto dalla ghiandola pituitaria (ipofisi) per la stimolazione della tiroide. Un alto TSH mostra che la ghiandola sta cercando di stimolare la tiroide per l'aumento del livello ormonale. Se il TSH è alto, altri test che misurano la tiroxina (T4) e altri livelli tiroidei permettono di capire la gravità della condizione.
Terapie per l'ipotiroidismo
Anche la terapia è semplice. L'ormone tiroideo mancante viene sostituito in forma di pillola, di solito come tiroxina pura. Quando l'organismo ha l'ormone che gli serve il paziente dovrebbe sentirsi nuovamente bene. Un controllo periodico del livello di TSH permetterà di stabilire se la dose somministrata è adeguata all'organismo.
Nuove ricerche suggeriscono che per alcuni pazienti un misto di ormoni tiroidei (T4 e T3) potrebbe essere più adeguato e gli aiuterebbe a sentirsi meglio. Questo è un argomento molto discusso tra i ricercatori in materia perciò è consigliabile tenersi sempre aggiornati.
In casi rari il problema è la ghiandola pituitaria (ipofisi) e non la tiroide. In questi casi la terapia deve essere rivolta sia alla pituitaria che alla fornitura dell'ormone mancante.
La carenza di iodio, può essere una causa dell'ipotiroidismo ed altri problemi fisici e mentali, se dieta è povera e lo iodio non è assunto tramite sale iodato o altro. Questo non è un problema nella maggior parte dei paesi sviluppati, ma nel resto del mondo è la causa più comune di malattie tiroidee compreso l'ipotiroidismo.
È più facile che nelle persone anziane non venga riconosciuto questo problema. Il 17% delle donne e l'8% degli uomini con più di 60 anni soffrono di ipotiroidismo. Nella maggior parte dei casi la causa è ancora la tiroidite di Hashimoto, specialmente nelle persone più anziane. ALIMENTAZIONE ECOLOGICA e IPOTIROIDISMO
Una dieta a basso contenuto in glutine in moltissimi soggetti affetti da ipotiroidismo  favorisce una lenta ma progressiva normalizzazione degli ormoni tiroidei .
Il glutine , molto spesso  geneticamente modificato  , puo' scatenare una reazione autoimmunitaria (tiroidite) . Ridurre gradualmente gli alimenti a base di glutine e reintrodurli dopo almeno sei mesi in
piccole dosi progressive  . Molti ricercatori hanno evidenziato una possibile correlazione tra glutine e patologie tiroidee .
Effetti collaterali dell'Eutirox
Eutirox può causare effetti collaterali. Riferire al medico uno o più dei seguenti sintomi, se gravi o persistenti:
perdita di peso,
tremore,
cefalea,
nausea,
vomito,
diarrea,
crampi allo stomaco,
nervosismo,
irritabilità,
insonnia,
sudorazione eccessiva,
aumento dell’appetito,
febbre,
variazioni nel ciclo mestruale,
insofferenza al caldo,
caduta di capelli temporanea, soprattutto nei bambini durante il primo mese di terapia.
In presenza di uno dei seguenti sintomi, chiamare il medico immediatamente o ricorrere al pronto soccorso:
dolore precordiale (angina),
battito cardiaco (polso) rapido o irregolare.
È essenziale andare a tutti gli appuntamenti con il medico e con il laboratorio. Il medico prescriverà alcuni esami di laboratorio per controllare la risposta alla levotiroxina.
Memorizzare il nome commerciale e il nome generico del proprio medicinale. Non cambiare marca senza consultarsi con il medico o il farmacista, perché ciascuna marca di levotiroxina contiene una quantità di principio attivo leggermente diversa.
Gravidanza
L’americana FDA (Food and Drug Administration, l’organismo USA equivalente al nostro Istituto Superiore della Sanità) ha classificato la levotiroxina come categoria di gravidanza A. Poiché non sono stati dimostrati maggiori rischi di malformazioni congenite nelle donne incinta in trattamento con levotiroxina, la terapia dovrà proseguire durante la gravidanza. Inoltre, in caso di diagnosi di ipotiroidismo durante la gestazione, si dovrà immediatamente iniziare la terapia, perché l’ipotiroidismo è associato con una maggiore frequenza di complicanze, quali aborto spontaneo, pre-eclampsia e parto prematuro.

Il fabbisogno di ormone tiroideo è maggiore per tutta la durata della gravidanza. Si raccomanda quindi che le donne incinta aumentino il dosaggio di levotiroxina secondo le modalità che verranno consigliate dall’endocrinologo. Esami di funzionalità tiroidea dovranno essere eseguiti periodicamente durante tutta la gravidanza.

Allattamento al seno
Benché il latte materno contenga una minima quantità di ormoni tiroidei, questi non influenzano i livelli tiroidei plasmatici del neonato. Inoltre non ci sono riscontri che Eutirox possa causare un qualunque evento negativo al lattante o alla madre durante l’allattamento. Poiché sono necessarie concentrazioni adeguate di ormone tiroideo per mantenere una lattazione normale, si raccomanda di somministrare dosi corrette di levotiroxina durante l’allattamento al seno.

Eutirox fa dimagrire?
L’ormone tiroideo non dovrebbe essere usato per trattare l’obesità in soggetti con funzione tiroidea normale. Eutirox non ha effetti sul peso in individui con tiroide normale, mentre può dare effetti collaterali molto gravi, soprattutto se assunto associato ad anfetamine.

L’ormone tiroideo levotiroxina (commercializzata come Eutirox®, Tirosint®, …) è impiegato per il trattamento dell’ipotiroidismo, condizione contrassegnata da una produzione insufficiente di ormoni da parte della ghiandola tiroide. La levotiroxina è anche usata per curare l’ipotiroidismo congenito (cretinismo) e il gozzo (ingrossamento della ghiandola tiroide).
La levotiroxina è usata con la chirurgia e la terapia con iodio radioattivo anche per trattare il cancro della tiroide. La molecola appartiene a una categoria di farmaci denominata ormoni e funziona sostituendosi all’ormone tiroideo di solito prodotto dall’organismo.
Senza ormone tiroideo, l’organismo non può funzionare correttamente: la crescita può essere stentata, la parola rallentata, può mancare energia, possono manifestarsi
stanchezza eccessiva,
stipsi,
incremento di peso,
caduta di capelli,
secchezza e ispessimento della pelle,
aumentata sensibilità al freddo,
dolori articolari e muscolari,
cicli mestruali abbondanti o irregolari,
depressione.
La levotiroxina, assunta correttamente, corregge questi sintomi.
Gli ormoni tiroidei giocano un ruolo molto importante nel controllo del metabolismo corporeo.
Se la tiroide non produce una quantità sufficiente di ormoni, insorgono alterazioni a carico di tutti i sistemi dell’organismo.
L'ipotiroidismo è di comune riscontro nell’anziano; la frequenza maggiore si osserva nelle donne. La sua prevalenza nella popolazione oltre i 60 anni è dell’ 1,5-2 %. Può tuttavia
manifestarsi anche in pazienti più giovani.
Diagnosi dell'ipotiroidismo
La malattia si può facilmente diagnosticare con un semplice esame del sangue che misura la quantità di ormone (TSH) prodotto dalla ghiandola pituitaria (ipofisi) per la stimolazione della tiroide. Un alto TSH mostra che la ghiandola sta cercando di stimolare la tiroide per l'aumento del livello ormonale. Se il TSH è alto, altri test che misurano la tiroxina (T4) e altri livelli tiroidei permettono di capire la gravità della condizione.
Terapie allopatiche  per l'ipotiroidismo
Anche la terapia è semplice. L'ormone tiroideo mancante viene sostituito in forma di pillola, di solito come tiroxina pura. Quando l'organismo ha l'ormone che gli serve il paziente dovrebbe sentirsi nuovamente bene. Un controllo periodico del livello di TSH permetterà di stabilire se la dose somministrata è adeguata all'organismo.
Nuove ricerche suggeriscono che per alcuni pazienti un misto di ormoni tiroidei (T4 e T3) potrebbe essere più adeguato e gli aiuterebbe a sentirsi meglio. Questo è un argomento molto discusso tra i ricercatori in materia perciò è consigliabile tenersi sempre aggiornati.
In casi rari il problema è la ghiandola pituitaria (ipofisi) e non la tiroide. In questi casi la terapia deve essere rivolta sia alla pituitaria che alla fornitura dell'ormone mancante.
La carenza di iodio, può essere una causa dell'ipotiroidismo ed altri problemi fisici e mentali, se dieta è povera e lo iodio non è assunto tramite sale iodato o altro. Questo non è un problema nella maggior parte dei paesi sviluppati, ma nel resto del mondo è la causa più comune di malattie tiroidee compreso l'ipotiroidismo.
È più facile che nelle persone anziane non venga riconosciuto questo problema. Il 17% delle donne e l'8% degli uomini con più di 60 anni soffrono di ipotiroidismo. Nella maggior parte dei casi la causa è ancora la tiroidite di Hashimoto, specialmente nelle persone più anziane.
RICHIESTA di CONSULENZA MEDICA ECOLOGICA gratuita   
Per terapia naturale complementare per l'Ipotiroidismo con acqua magnetizzata a polarità mista

Medicina Naturale
Torna ai contenuti