Rizoartrosi , artrosi della mano magnetoterapia ad alta frequenza - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rizoartrosi , artrosi della mano magnetoterapia ad alta frequenza

Magnetoterapia

Artrosi alle mani o rizoartrosi Magnetoterapia ad alta freqeuenza . Sintomatologia , causa e diagnosi dell'artrosi alle mani o rizoartrosi .Elettromagnetoterapia pulsata ad alta frequenza nella terapia dell'artrosi e dei dolori alla mano riducendo i farmaci antinfiammatori e cortisone . Efficacia della magnetoterapia ad alta frequenza  per i dei dolori articolari nell'artrosi delle mani o rizoartrosi  . Diagnosi , sintomi e terapia con Elettromagnetoterapia pulsata ad alta frequenza terapia naturale per l'artrosi della mano . Consulenza medica dell'artrosi delle mani o rizoartrosi  .



L’artrosi più frequente a livello della mano o del pollice é la rizoartrosi o artrosi della base del pollice all'articolazione trapeziometacarpale(TM)

Cause della RIZOARTROSI
La rizoartrosi é una malattia estremamente frequente anche se spesso è ottimamente tollerata,caratterizzata in questi casi più dalla deformazione della base del pollice causata dalla perdita dei rapporti tra il trapezio ( piccolo ossicino del polso ) e la base del primo metacarpo, piuttosto che da veri e propri disturbi funzionali. la RIZOARTROSI è' nettamente più frequente nel sesso femminile specie intorno alla sesta decade di vita. Nalla RIZOARTRSI l'articolazione TM (trapeziometacarpale) è ipersollecitata dal movimento di opposizione del pollice, cardine di tutti gli atti che coinvolgono la mano e il polso durante la vita relazionale e lavorativa. La conformazione geometrica della TM è definita "a sella"e garantisce una stabilità articolare capace di opporsi alle forze che tendono a destabilizzarla e che si producono specialmente nelle attività che comportano prese a pinza tra il pollice e l'indice. La stabilità della articolazione è inoltre garantita dai robusti legamenti presenti che devono anche garantire l'ampia motilità su tutti piani caratteristica della TM. Quando il sovraccarico di funzione è prevalente sui fattori stabilizzanti l'articolazione, si assiste ad un progressivo degrado artrosico dei capi articolari con il caratteristico corredo sintomatologico : rizoartrosi .

Sintomatologia della RIZOARTROSI


Dopo anni di ingravescente sintomatologia dolorosa , specie nelle prese di forza che coinvolgono il pollice, in alcuni soggetti si assiste ad una progressiva e spontanea diminuzione dei disturbi accompagnata dall'aggravarsi dei segni radiografici di artrosi. Questo curioso e apparentemente inspiegabile fenomeno è la conseguenza di una ritrovata stabilità della TM causata dal degrado artrosico, condizione indispensabile per avere una discreta funzione di opposizione del pollice. Più semplicemente il progredire della rizoartrosi i porta meccanicamente ad un "bloccare" in sostanziale buona posizione la base del metacarpo,diminuendo progressivamente i disturbi. In realtà possono passare diversi anni caratterizzati da intensi disturbi funzionali,prima che l'eventuale blocco naturale della articolazione porti alla remissione sintomatologica.

Si assiste ad una progressiva perdita di stabilità della TM che si accompagna ad una sintomatologia dolorosa nelle fasi iniziali presente solo in occasione di sforzi prensili specie se coinvolgenti il pollice in adduzione e l'indice. Le limitazioni funzionali caratteristiche della rizoartrosi compaiono classicamente "a freddo" tendendo la funzione a migliorare non appena l' articolazione si "scalda" con il movimento. Le normali attività quotidiane possono essere disturbate come strizzare un panno o svitare un barattolo. E' un classico il lamento della casalinga che ricorda sospirando i numerosi piatti rotti durante il lavaggio a mano degli stessi a causa della rizoartrosi.

EVOLUZIONE e COMPLICANZE DELLA RIZOARTROSI

L'evoluzione della malattia porta ad una progressiva limitazione della forza di prensione ed ad un peggioramento dell'aspetto radiografico per cui sono state proposte numerose classificazioni che definiscono i vari quadri di malattia e che prendono in considerazione i sintomi clinici, i disturbi riferiti,la forza di presa e l'aspetto radiografico. Obiettivamente il sintomo classico è la sublussazione dorsale del metacarpo che si accompagna alla conseguente deformazione del profilo morfologico della base del pollice. Questa zona è classicamente dolente alla pressione digitale diretta e ai tentativi di mobilizzazione passiva compiuti dall'esaminatore (Grinding test). L'evoluzione della sintomatologia conduce ad una sintomatologia dolorosa presente anche a riposo capace di disturbare il riposo notturno.

DIAGNOSI DELLA RIZOARTROSI

La diagnosi della rizoartrosi è semplice e non invasiva, basata sulla classica sintomatologia descritta e sull'aspetto radiografico caratterizzato dal restringimento della rima articolare per riduzione di spessore delle cartilagini e sclerosi dell'osso subcondrale. Come in ogni forma artrosica è possibile la presenza di ostefiti e cavità geodiche. E' frequente il riscontro specie nei soggetti giovani di intensa sintomatologia dolorosa con evidente deficit funzionale accompagnato da segni radiografici assai modesti. Al contrario spesso soggetti anziani riferiscono una storia, lontana nel tempo, di dolori classici da rizoartrosi andati incontro a remissione lenta e spontanea negli anni che si accompagna a quadri radiografici caratteristici di grave malattia. E' utile precisare come frequentemente la rizoartrosi si accompagna ad artrosi delle vicine articolazioni tra i vari ossicini carpali configurando nelle fasi avanzate di malattia quadri definiti di panartrosi carpale.

TERAPIA FARMACOLOGICA  O CHIRURGICA DELLA RIZOARTROSI
A parte le solite terapie palliative fisiche (US e TENS) e mediche (FANS), caposaldo del trattamento INCRUENTO è l'uso di tutori che abbracciano la TM lasciando libero il polso e la interfalangea del pollice. Questi tutori possono essere usati con beneficio nelle ore notturne e devono essere sempre presi in considerazione nel trattamento delle fasi iniziali di malattia. Non è raro il riscontro di remissione,anche per lungo tempo della sintomatologia dolorosa, a seguito di uso continuativo, anche solo notturno, del tutore.
La decisione se proseguire con il trattamento incruento o consigliare la terapia chirurgica spetta al medico di comune accordo con il paziente. Rispetto a qualche anno fa soltanto, le possibilità chirurgiche attuali permettono di ampliare il panorama delle indicazioni, avendo a disposizione varie opzioni individualizzate sulle richieste dei pazienti e modulate sulle destinazioni d'uso della mano interessata.

Terapia naturale della rizoartrosi o della artrosi della mano con la magnetoterapia a campo stabile : Biomagneti Eco , Stuoia biomagnetica "metodica dottor Matonti "

consulenza medica  per terapia naturale della rizoartrosi

Medicina Naturale
Torna ai contenuti | Torna al menu