Colite Ulcerosa rimedi naturali - Alimenti da evitare nella colite ulcerosa . Il cortisone. Sintomi e colplicazioni . - BENESSERE naturale

Medicina Ecologica
Vai ai contenuti

Colite Ulcerosa rimedi naturali - Alimenti da evitare nella colite ulcerosa . Il cortisone. Sintomi e colplicazioni .

Patologie
Rimedi naturali per la Colite Ulcerosa - Terapia alternativa naturale Ecologica  -Consulenza Medica per la Colite Ulcerosa e Rettocolite Ulcerosa Sintomi , cause , diagnosi e trattamento della Colite e Rettocolite  ulcerosa




La colite ulcerosa o rettocolite ulcerosa è una malattia infiammatoria interessante il colon, ultimo tratto dell’intestino, fino al retto e che può essere acuta o cronica. E’ una malattia particolarmente diffusa nei Paesi nordici, colpisce persone in giovane età (25-35 anni) e nella maggioranza di sesso femminile.
Anche per questa malattia le cause non sono ben identificate e le ipotesi diagnostiche che andiamo a descrivere sono tuttora non pienamente dimostrate.
La forma tipica di colite ulcerosa si manifesta così: improvvisamente compare sangue nelle feci, febbre elevata, diarrea. E’ questa una forma acuta che molte volte scompare in modo del tutto spontaneo. L’evoluzione possibile è il ripresentarsi della forma descritta con aumento della diarrea, una febbre ancora più elevata e segni di compromissione generale come anemia, anoressia, stanchezza continua, dolore addominale soprattutto nella parte inferiore sinistra.
Sintomi
La tipologia e la severità dei sintomi sono in relazione alla gravità dell'infiammazione e del tratto del colon interessato.
Si possono avere i seguenti segni e sintomi:
diarrea ricorrente, con il sangue e/o muco anche notturna
dolore addominale che spesso si risolve o migliora dopo l’evacuazione
tenesmo rettale (frequente stimolo all’evacuazione)
sanguinamento rettale (riscontro di piccole quantità di sangue con le feci)
urgenza con difficoltà a trattenere lo stimolo defecatorio e una evacuazione di piccolo volume
incapacità di defecare nonostante urgenza
perdita di peso
fatica
febbre ricorrente (T< 38°C)
artralgie
nei bambini, rallentamento o mancanza di crescita
Il decorso è tipicamente cronico ricorrente ossia dall’alternarsi di fasi di benessere e periodi di riacutizzazione. La cronicità della malattia non esclude che i pazienti possano godere di un periodo prolungato di benessere, ma sicuramente implica che la fase acuta di infiammazione possa ricomparire.
Quando contattare il medico
Si consiglia di consultare il medico se si verifica un cambiamento persistente e ricorrente nel tempo delle abitudini intestinali o se si hanno segni e sintomi quali:
Dolore addominale
Sangue nelle feci
Diarrea duratura che non risponde a farmaci anti diarroici
Diarrea notturna
Una febbre ricorrente senza una causa apparente
Complicanze
Possibili complicanze della colite ulcerosa sono:
sanguinamento grave
perforazione del colon
disidratazione grave
Riduzione della densità ossea (osteoporosi)
Infiammazione della pelle, delle articolazioni e degli occhi, e piaghe della nucosa della bocca
un aumento del rischio di cancro al colon
Malattie del fegato (calcolosi della colecisti, steatosi, Colangite sclerosante)
Dilatazione acuta del colon (megacolon tossico)
Aumentato rischio di coaguluzione del sangue nelle vene e nelle arterie
Cibi da limitare o evitare
Limitare i prodotti lattiero-caseari. Molte persone con malattia infiammatoria intestinale notano che problemi come la diarrea, il dolore addominale e il gonfiore migliorano limitando o eliminando latticini. Si può anche essere intolleranti al lattosio ( il vostro corpo non può digerire lo zucchero del latte , illattosio), ma questa è una condizione cronica, nel caso delle patologie infiammatorie intestinali tali sintomi possono presentarsi solo nella fasi di riacutizzazione.
Provare cibi a basso contenuto di grassi: Nel caso di malattia di Crohn del piccolo intestino, si potrebbe non essere in grado di digerire o assorbire normalmente i grassi. Quindi, i grassi passano attraverso l'intestino, facendo peggiorare la diarrea. Evitareil burro, la margarina ,le crema e i cibi fritti.
Limitare l’uso di fibra: in caso di malattia infiammatoria intestinale, cibi ricchi di fibre, come frutta e verdura fresca e cereali integrali, possono peggiorare i sintomi. Se frutta e verdura cruda provocano fastidio, provare la cottura a vapore, o stufatura. In generale, si possono avere più problemi con alimenti della famiglia del cavolo, come broccoli e cavolfiori, e noci, semi, mais e popcorn. Usare una dieta a basso residuo di fibra se si presenta di un restringimento del intestino (sub-stenosi).
Evitare: Cibi piccanti, alcol e caffeina possono peggiorare i segni ed i sintomi della malattia. Altre misure dietetiche
Fare piccoli pasti: I pazienti riferiscono di trovarsi meglio nel fare cinque o sei piccoli pasti al giorno invece di due o tre più abbondanti.
Bere molti liquidi: Provare a bere molti liquidi al giorno. L'acqua è migliore. Alcol e bevande che contengono caffeina stimolano al motilità intestinale e possono peggiorare la diarrea, mentre le bevande gassate producono spesso gas.


CONSULENZA MEDICA ECOLOGICA per la Colite e Rettocolite  ulcerosa



Medicina Naturale
Torna ai contenuti